Articolo in evidenza
Psicologia delle cure primarie - Dott. Luca Cometto, Psicologo a Torino

La Psicologia delle Cure Primarie

I vantaggi di un modello integrato di approccio alla Cura

Perché Medico e Psicologo nello stesso studio? Alcune risposte le avevo già date in un precedente articolo: “Spending Review Sanitaria E Qualità Dei Servizi: Lo Psicologo Delle Cure Primarie”. Sostanzialmente si tratta di un “tandem” in grado di generare, come dimostrano le ricerche, due tipi di ricadute:

  • Impatto Sociale
  • Impatto Economico

L’impatto sociale si manifesta in termini di benessere complessivo dell’assistito inteso nella sua “unità bio-psico-sociale”: la richiesta di cura viene presa in carico attraverso un approccio Continua a leggere

Trattamento del Trauma e delle esperienze disturbanti con l’EMDR a Torino

IL TRAUMA

Trauma, EMDR, TorinoCol termine trauma ci riferiamo generalmente a quegli episodi in cui una persona si è trovata di fronte ad una seria e concreta minaccia alla propria o altrui incolumità, ad un evento potenzialmente mortale o a rischio di grave compromissione della propria integrità fisica. Esempi di trauma possono essere: gravi incidenti stradali, aggressioni fisiche o sessuali, catastrofi naturali come terremoti o alluvioni, attacchi terroristici o altre minacce alla vita di una persona. E’ importante sottolineare che anche l’assistere a simili eventi in cui le vittime siano altre persone (non solo chi ci sta a cuore, ma anche sconosciuti) può essere traumatizzante.
Perlopiù le risposte a simili eventi sono un pervasivo senso di vulnerabilità, paura, paralisi, intenso orrore. Il trauma tipicamente è “qualcosa che rimane” (“ferita” dal greco), che ci si porta addosso, e che molto spesso sfocia in un Disturbo Post traumatico da Stress (PTSD). Chi sviluppa questo disturbo manifesta, anche a distanza di tempo, ricordi frequenti, involontari ed intrusivi dell’evento traumatico, incubi ricorrenti, evitamento degli stimoli associati all’evento, pensieri e sentimenti negativi, persistenti ed esagerate convinzioni o aspettative negative su se stessi o gli altri, estraneità verso le relazioni sociali o incapacità di provare emozioni positive, comportamento irritabile ed esplosioni di rabbia, problemi di concentrazione, difficoltà relative sonno.

LE ESPERIENZE DI VITA SFAVOREVOLI

Accanto agli eventi traumatici estremi già esemplificati, è possibile incappare in una serie di esperienze disturbanti di origine relazionale/ambientale, che ugualmente possono lasciare gravi ferite nella vita di una persona: incuria, abbandono, cronica trascuratezza, maltrattamento, incoerenza o inaffidabilità delle cure parentali, umiliazioni, separazioni, tracolli finanziari ecc..

Tali esperienze possono divenire perturbanti soprattutto se ripetute nel tempo o subite in momenti di particolare vulnerabilità come l’infanzia. La letteratura scientifica ci dice che esperienze sfavorevoli in età infantile possono determinare alterazioni dello sviluppo neurologico, e sono associate a psicopatologie sia dello sviluppo che dell’età adulta. Esperienze prolungate di trascuratezza o abuso cronico portano a schemi disfunzionali, problemi nella regolazione delle emozioni e nel controllo dell’impulsività, nel saper creare e mantenere nel tempo legami interpersonali sani e sicuri.

Entrambi i tipi di trauma, maggiori o minori, ci modificano influenzando i nostri atteggiamenti, le emozioni, la visione che abbiamo di noi stessi, le relazioni con gli altri. Gli eventi traumatici lasciano la loro impronta in specifiche aree del cervello, attraverso complessi e sempre più noti processi neurobiologici e ormonali (il cortisolo risulta particolarmente implicato nel “fissaggio” nel sistema nervoso dell’esperienza traumatica).

EMDR a Torino

SUPERARE IL TRAUMA CON LA TECNICA DELL’ EMDR a Torino

L’intervento psicoterapeutico con l’EMDR (dall’inglese Eye Movement Desensitization and Reprocessing, Desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari) è trattamento d’elezione per disturbo post traumatico da stress, universalmente riconosciuto dalla letteratura scientifica. L’EMDR viene riconosciuta come una forma efficace di trattamento per il trauma e per una vasta gamma di disturbi che hanno a che fare con esperienze stressanti da organizzazioni come l’American Psychiatric Association, l’American Psychological Association, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e molti servizi nazionali europei della salute (Gran Bretagna, Francia, Svezia, Paesi bassi) e degli Stati Uniti (Registro Nazionale Samhsa dei Programmi e delle Pratiche con evidenza empirica).

Le caratteristiche principali dell’EMDR sono la rapidità di intervento, l’efficacia e la possibilità di applicazione a persone di qualunque etàI movimenti oculari sollecitati dal terapeuta stimolano l’innata capacità “autoriparativa” del sistema nervoso della persona portatrice del disturbo, basandosi su un processo neurofisiologico naturale che permette l’elaborazione dell’informazione disturbante (il ricordo traumatico).

Le applicazioni cliniche dell’EMDR sono state largamente studiate con diversi disturbi come:

  • Fobie
  • Disturbi di panico
  • Disturbo d’ansia generalizzato
  • Problemi di condotta e di autostima
  • Lutti complessi
  • Disturbo di dismorfismo corporeo
  • Disfunzioni sessuali
  • Ansia da prestazione
  • e altri ancora

COSA PERMETTE DI OTTENERE LA TECNICA EMDR

Proverò ad utilizzare un’analogia che in genere risulta molto esplicativa con i miei pazienti, per spiegare loro i benefici attesi dall’utilizzo della tecnica EMDR. Immaginate di avere un’esperienza, una consapevolezza, o una convinzione spiacevole o disturbante che vi accompagna ovunque andiate. Per quanto cerchiate di ignorarla lei è sempre lì, nella “coda dell’occhio”, ad influenzare il vostro umore, le vostre relazioni, i vostri atteggiamenti e comportamenti. Per quanto l’episodio che vi disturba appartenga al passato, spesso anche remoto, i suoi condizionamenti sono assolutamente attuali.
Metaforicamente, ciò che accade dopo il trattamento EMDR è che il ricordo disturbante o traumatico viene archiviato. Archiviato, non cancellato: il ricordo viene inserito nella sua apposita scatola, la scatola viene opportunamente etichettata, ed infine riposta negli scaffali della memoria. Il ricordo è ora uno fra tanti: potete andarlo a riprendere dall’archivio in qualunque momento, richiamandolo quindi consapevolmente alla memoria, senza essere più travolti o paralizzati dall’emotività connessa. Il passato è finalmente passato, il ricordo integrato con gli altri.

Terapeuticamente gli obiettivi del trattamento EMDR sono:

  • eliminazione dei sintomi, del disagio e della sofferenza inizialmente presenti
  • consolidamento di un buon livello di autostima
  • appropriazione della capacità di auto-rassicurazione ed autoregolazione
  • capacità di riconoscere ed utilizzare costruttivamente le proprie emozioni, di relazionarsi in maniera adeguata e soddisfacente col prossimo

 

Per ulteriori informazioni ed appuntamenti:
 
Psicologo – Psicoterapeuta
Via delle Rosine 10 Torino
cell. 328 42 77 592
lucacometto@studiopsicologiatorino.it

Lasciare Andare Il Controllo Per Vincere L’Ansia

“Sbagliato! Non hai mai avuto il controllo, hai solo creduto di averlo, un’illusione. Che cos’è che controlli per certo? Il volume del tuo stereo, o l’aria condizionata nella tua macchina…”
Ethan Powell, personaggio interpretato da Anthony Hopkins nel film “Istinct”, 1999.

 

Controllo, Ansia, Psicologo TorinoAllentare il controllo: per quanti di voi è difficile? E’ possibile lasciarsi andare, affidarsi all’istinto, concedersi di “non essere impeccabili” nelle proprie scelte e nel proprio essere?
Quando parliamo di controllo ci riferiamo tanto a ciò che ci sta intorno (l’ambiente in cui ci muoviamo, le persone che frequentiamo, ecc.) quanto a noi stessi (cosa è “bene”, “adeguato”, “educato”, “possibile” che io dica o non dica, faccia o non faccia, esprima o non esprima).
Certo l’esercizio del controllo è un’attività necessaria per Continua a leggere

Andare In Vacanza: Siamo Capaci Di “Staccare” Davvero?

Vacanze e Benessere - Dott. Luca ComettoLe vacanze estive sono alle porte, e si calcola che saranno 24 milioni gli italiani che quest’anno se le potranno permettere, i più, come di consueto, in partenza nel mese di agosto.

Le “ferie” ci collocano fuori dal flusso della quotidianità operosa che caratterizza la maggior parte della nostra settimana, dei nostri anni, della nostra esistenza. Un flusso fatto di responsabilità, di impegni, di sudore, di timori, aspirazioni, frustrazioni o soddisfazioni, a volte, di “pilota automatico” inserito a testa bassa. Durante le vacanze possiamo Continua a leggere

Gelosia Ed Equilibrio Affettivo

« La gelosia è un mostro dagli occhi verdi che dileggia la carne di cui si nutre »

William Shakespeare, Otello

Gelosia ed Equilibrio Affettivo - Dott. Luca Cometto

Delitto d’amore, omicidio passionale, movente sentimentale, sono tutti termini che compaiono nella cronaca in occasioni di reati spesso efferati, che coinvolgono una coppia di (ex) amanti. Si tratta di episodi nei quali il sentimento della gelosia si manifesta nella sua più grave forma: il passaggio all’atto come estremo tentativo di controllare il partner, decidendone la sorte. Continua a leggere

Superare Gli Attacchi di Panico: Diagnosi e Cura

Cosa sono gli attacchi di panico

Attacchi di Panico Torino - dott. Luca Cometto

L’attacco di panico è uno stato di estrema ed improvvisa tensione emotiva, ansia e disagio, caratterizzato da:

  • sensazione di vertigini, instabilità, stordimento o svenimento;

  • sensazione di irrealtà o di essere distaccati da se stessi;

  • timore di perdere il controllo o di impazzire;

  • paura di morire;

accompagnato da sintomi somatici quali: Continua a leggere

Maschere! Ma Il Carnevale Non C’entra.

“ Giocando a poker, non devi lasciare che nessuno al tavolo capisca che carte hai in mano, cosa provi, cosa pensi: devi crearti una faccia da poker. Nel penitenziario di Oz, abbiamo la faccia da poker tutto il giorno, e tutta la notte. La teniamo talmente a lungo, che quando ci guardiamo allo specchio non sappiamo a chi facciamo la barba. ”

Detenuto August Hill, cantastorie della serie televisiva americana “Oz”.

Maschere: StudioPsicologiaTorino

La neutralità come strategia di sopravvivenza, l’anestesia emotiva come difesa, la maschera come filtro di pensieri e sentimenti. Sono strumenti il cui utilizzo possiamo comprendere se li pensiamo nel duro ambiente carcerario, in cui mostrare debolezza o sensibilità significa prestare il fianco a soprusi, assoggettamenti e violenze. Ma che dire delle nostre quotidiane e civili esistenze? Continua a leggere